Idoneità dell'alloggio

Il certificato di idoneità dell’alloggio è un documento con cui si stabilisce che l'alloggio ha i requisiti minimi per ospitare persone o famiglie. Il certificato di idoneità dell'alloggio può essere richiesto ai Comuni dai cittadini italiani, comunitari e non comunitari nei seguenti casi:

  • richiesta di nulla osta per ricongiungimento familiare o familiare al seguito (in caso di richiesta a favore di un solo minore di 14 anni, il certificato di idoneità alloggiativa è sostituito da una dichiarazione di ospitalità del titolare dell’alloggio);
  • richiesta di coesione familiare (art. 30 Testo Unico Immigrazione);
  • richiesta di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (nel caso di richiesta anche per i familiari di cui all’art. 29 Testo Unico Immigrazione);
  • richiesta di nulla osta al lavoro subordinato per i cittadini stranieri residente all'estero;
  • stipula di contratto di soggiorno in caso di assunzione (ove previsto).

Il certificato che rilascia il Comune attesta il numero di persone che possono vivere in un alloggio sulla base dei parametri minimi previsti dalle leggi regionali e dai regolamenti comunali in materia di edilizia residenziale pubblica (rapporto tra superficie e numero abitanti).

Per maggiori informazioni rivolgersi al proprio Comune di appartenenza.

Fonte: Prefettura

Ultima modifica il Martedì, 07 Agosto 2018 15:26