Mutilazioni genitali femminili

Le mutilazioni genitali femminili (MGF) sono pratiche tradizionali che vengono eseguite in vari paesi con finalità non terapeutiche. Bambine, ragazze e donne che le subiscono devono fare i conti con rischi gravi e irreversibili per la loro salute, oltre a pesanti conseguenze psicologiche.

Si stima che in nel mondo il numero di donne che convivono con una mutilazione genitale siano circa 125 milioni. Dati gli attuali trend demografici si calcola che ogni anno circa tre milioni di bambine sotto i 15 anni si aggiungano a queste statistiche. Gran parte delle ragazze e delle donne che subiscono queste pratiche si trovano in Paesi africani, mentre una quota decisamente minore vive in Paesi asiatici.

Per maggiori informazioni su Mutilazioni genitali femminili visita il sito.

Fonte: Regione Marche

Ultima modifica il Martedì, 31 Luglio 2018 12:55